articolazioni 2018-03-02T17:55:14+00:00
artifort aiuta il benessere delle articolazioni

Articolazioni: quali sono e come funzionano

Le articolazioni sono strutture anatomiche, a volte anche complesse, che mettono in reciproco contatto due o più ossa. Per evitare fenomeni degenerativi dovuti all’usura, nella maggior parte dei casi si tratta di un contatto non diretto, ma mediato da tessuto fibroso o cartilagineo e/o da liquido.

Nel corpo umano esistono moltissime articolazioni (360 circa), che si distinguono per forma e grado di mobilità

Ogni articolazione è composta dalle superfici di contatto di due ossa e dai legamenti che le trattengono. In base al movimento che consentono le articolazioni possono  essere fisse, semimobili o mobili:
Fisse non permettono alcun movimento. Le ossa sono esenti da cavità articolari e sono incastrate tra di loro. Un esempio sono quelle del bacino e del cranio.
Semimobili danno la possibilità di movimenti scarsi e limitati. Le ossa sono connesse tramite una cartilagine elastica, la giuntura cartilaginea. Fanno parte di questa categoria le articolazioni della colonna vertebrale.
Mobili sono quelle che ammettono un ampio movimento. Le superfici di contatto delle ossa sono rivestite di cartilagine; non sono unite ma accostate e trattenute da legamenti fibrosi e da un condotto di collegamento, la capsula articolare. Questa capsula, al suo interno, è permeata dalla membrana sinoviale che secerne un liquido, la sinovia, adatta alla lubrificazione dell’articolazione.Le ritroviamo ad esempio nel ginocchio, nel gomito, nella spalla. Sono queste che tendono a generare i dolori più fastidiosi.

La maggior parte delle articolazioni rientra tuttavia nella categoria delle mobili caratterizzate da una struttura anatomica particolare.

Esse sono infatti costituite da diversi elementi:
  • – le superfici articolari di due ossa;
  • – lo strato di tessuto cartilagineo;
  • – la capsula articolare;
  • – la cavità articolare;
  • – la membrana sinoviale;
  • – la sinovia;
  • – i legamenti intrinseci.

Nel loro insieme, il compito delle articolazioni è di tenere uniti i vari segmenti ossei, in modo tale che lo scheletro possa espletare la sua funzione di sostegno, mobilità e protezione.

Si suddividono, dal punto di vista strutturale, in:
  •  Fibrose: le ossa sono unite da tessuto fibroso;
  •  Cartilaginee: le ossa sono legate da cartilagine;
  •  Sinoviali: le ossa sono separate da una cavità, oltre che essere legate per mezzo di strutture.
Cosa fare per rinforzare le articolazioni?

ci sono diversi aspetti che possiamo controllare e mettere in pratica per preservare il benessere delle articolazioni.
In primo luogo è importante condurre uno stile di vita sano, fare adeguata attività fisica, mantenere un regime alimentare adeguato all’età e ridurre il peso corporeo se eccessivo.
È opportuno inoltre evitare attività che carichino eccessivamente e a lungo le articolazioni (pesi eccessivi, lavori fisicamente usuranti, alcuni sport che prevedono gesti atletici ripetuti…) come ad esempio il ginocchio, l’anca, la caviglia che, tendenzialmente, sono soggette ad un maggiore stress meccanico.